Praga con Alberto

Alberto SommarugaCiao a tutti!

Mi chiamo Alberto, ho 51 anni e sono di Varese. Ho terminato il liceo linguistico nel 1986, così ora parlo inglese e francese; hanno cercato di insegnarmi il tedesco, ma non ci sono riusciti.In seguito ho frequentato un corso di fotografia professionale lavorando poi per quasi sei anni come fotografo.Tutto procedeva normale fino a quando…

Era il 17 Agosto 1990 e avevo fatto una gita a Venezia per fare un reportage sul turismo.

Mentre vagabondavo per la città in cerca degli scatti migliori vidi una ragazza molto bella e particolare su un ponte.Mi avvicinai e le chiesi se potevo farle delle foto. Lei doveva affrettarsi perché i genitori la stavano aspettando così ebbi solo il tempo di fare due foto e di scoprire che era una studentessa cecoslovacca; non sapevo neanche il suo nome! Tornato a casa decisi che dovevo ritrovarla così andai al consolato cecoslovacco e raccolsi tutti gli indirizzi utili ai quali scrissi includendo la foto fatta a Venezia, dicendo che cercavo quella ragazza. Naturalmente tutti mi prendevano in giro ma io continuai la mia ricerca. Tre mesi dopo ricevetti una lettera dal Ministero dell’Istruzione cecoslovacco con l’indirizzo di questa ragazza. Finalmente sapevo come si chiamava: il suo nome era Anna.

A Pasqua del 1991 partii per la prima volta alla volta di Praga e una sera molto speciale mi presentai a casa di Anna. Trovai a casa tutta la famiglia al completo e consegnai ad Anna il ritratto fatto a Venezia. Da quel momento tutto cambiò: stava nascendo un’amicizia speciale con tutta la famiglia. M’innamorai di Praga fin dal primo momento e questo sentimento era destinato ad approfondirsi ogni volta che ci tornai negli anni seguenti, sempre ospite di questa famiglia anche per lunghi periodi.

Mi trasferii a Praga a Febbraio del 1994 e la famiglia di Anna mi aiutò molto all’inizio, quando era tutto difficile. La lingua fu l’ostacolo maggiore, ma ora posso dire di conoscerla abbastanza da affrontare qualsiasi argomento.Nel momento in cui compresi che conoscevo abbastanza bene il ceco m’iscrissi ad un corso per diventare guida di praga e nel 1996 passai gli esami per poi cominciare subito a lavorare.

Durante gli anni passati a visitare la città e più tardi a viverci ho imparato a conoscerla in tutti i suoi aspetti e come straniero so cosa significhi la visita di Praga con gli occhi di un turista.Vivendo qui ormai da lungo tempo posso dire di conoscere la città molto bene e a detta di molti praghesi anche meglio di loro.

Quando illustro Praga ai turisti cerco sempre di raccontare ciò che non si trova sui libri e nel contempo di mostrare luoghi che da soli non riuscirebbero a scovare. Come fotografo ho anche l’occhio allenato a cogliere particolari e scorci che a molti sfuggono. Ho scelto la professione di guida di praga per condividere con gli altri l’amore che provo per questa città. Mi auguro che ognuno di voi possa avere la possibilità di visitare almeno una volta questa meravigliosa città.

 

Se volete potete prenotarmi qui per un tour di Praga ovviamente in italiano… Visita Praga con Alberto.

 

Nel mio lavoro ho adottato e condiviso il motto di M. Montessori: “Insegnare dettagli significa portare confusione, stabilire relazioni fra i concetti significa portare conoscenze.”